Energia vibratoria


OSIRIDE PHISIOSYSTEM

Sistema polivalente per il trattamento di  patologie a carico del sistema muscolare e scheletrico. Nella maggioranza dei casi il dolore viene ridotto o eliminato nell’ambito della prima seduta specie se sostenuto da contratture muscolari. Il sistema è costituito da cinque distinte sezioni, le quali possono essere usate singolarmente o in combinazione fra di loro sfruttandone così il reciproco sinergismo. Questa apparecchiatura comprende le seguenti componenti: generatore di onde acustiche a frequenza fissa o variabile, generatore di ozono sovrapressione, generatore di ioni negativi in flusso in sovrapressione, generatore di radiazione luminosa monocromatica a 590 o 635 nm ed a 940 nm, generatore di segnali elettrici per stimolazione neuro-muscolare.

Indicazioni: tendinite rotulea, tendinite achillea, sindrome da conflitto sub-acromiale, epicondilite. lombalgia, dorsalgia, cervicalgia, distrazione muscolare di primo e secondo grado, contrattura dolorosa. Edemi di varia natura: post traumatici, linfedema. Patologie compartimentali: sindrome del tunnel carpale, sindrome del tunnel tarsale, morbo di Dupuytren, borsiti infiammatorie,    rizartrosi, sindrome di De Quervain, meniscopatia, applicazione pre e post chirurgia ortopedica (meniscectomia, lesione del legamento crociato anteriore, lesione cuffia dei rotatori etc).



PEDANA VIBRANTE NEMES

Nuovo metodo di allenamento che utilizza come fattore di stimolo gli effetti indotti dalla vibrazione meccanica sul sistema neuromuscolare e scheletrico. Un periodo di immobilizzazione causata da infortuni o riposo prolungato a letto può indebolire il sistema e limitarne le funzioni. Sembra che esercizi di breve durata ma di alta intensità producano effetti positivi sulle strutture osteo-muscolari ed articolari. La pedana vibrante viene utilizzata nell’osteoporosi post-menopausale, nell’allenamento dello sportivo, nei ritardi di consolidazione, nell’ipotrofia muscolare susseguente ad un intervento di chirurgia ortopedica (ad esempio intervento di ricostruzione del legamento crociato anteriore)