Trazione lombare attiva nell'ernia discale lombare


Trattamento meccanico del dolore lombare sostenuto da cause meccanico-compressive benigne. Indicato nelle sindromi radicolari da protrusione o ernia discale, laterale o mediana, contenuta o espulsa, singola o multipla, nella stenosi del canale lombare e in pazienti con postumi, esiti o recidive di pregressi interventi chirurgici.
Funzionamento
Il paziente viene posizionato in decubito supino sullo speciale lettino fisioterapico (vedi foto). A metà della sua lunghezza il tavolo è diviso trasversalmente. La sua metà inferiore può essere inclinata lentamente verso l’alto o verso il basso e ruotata verso destra o verso sinistra attraverso un servo-meccanismo elettrico azionato dall’operatore. In tal modo si mobilizza tridimensionalmente la colonna lombosacrale entro limiti di assoluta sicurezza. Il tavolo è provvisto di barre verticali e trasversali. Il paziente vi si può aggrappare tirandosi verso l’alto esercitando una trazione lombare attiva.


Fig.1 Flessione



Fig.2 Rotazione sinistra



Fig.3 Rotazione destra



Fig.4 Estensione