Categoria: Senza categoria

Come mantenere al meglio un pavimento in resina?

Un pavimento in resina, così come possiamo leggere qui, è molto resistente sia agli urti che alle lesione, si pulisce molto in fretta e in generale richiede una manutenzione ordinaria minima (che consiste nel lavarlo con acqua calda, e tenerlo lontano da agenti erodenti). Talvolta però capita che le consuete accortezze non bastano, o abbiamo sbagliato qualcosa nel farle, e il pavimento ne risulti danneggiato. In questi casi potrebbe esserci bisogno di un vero e proprio rinnovo. Per esempio questo si rende necessario se la posatura non è avvenuta nella giusta maniera (magari non è stato livellato bene il fondo, e si sono venute a creare crepe con il tempo e l’usura), è stato inserito un supporto inefficiente al di sotto della resina, e infine non sono stati eseguiti i trattamenti giusti sullo strato esterno della resina.  

Continua a leggere

Casette da giardino: c’è bisogno di un permesso edilizio?

Nel nostro territorio è impossibile edificare senza chiederne il permesso, o comunque notificare l’operazione. Questa regola si estende anche a quelle che non consideriamo delle vere e proprie case. Persino per posizionare un prefabbricato in giardino dovremo seguire l’iter legale necessario. Questo varia a seconda della Regione di appartenenza, ma in linea di massima dobbiamo comunicare all’Ente – tramite apposita documentazione – dove, come e perché intendiamo posizionare il prefabbricato. Questa procedura è ancora più delicata se decidiamo di posizionare la casetta su suolo pubblico, oppure in una zona protetta da vincoli paesaggistici e ambientali, oppure di tipo archeologico.

La prima cosa da fare quindi è cercare di ottenere il permesso per costruire. Dobbiamo presentarne domanda con annessa documentazione in cui si descrive il prodotto (in questo caso la casetta). Oltre a metratura, struttura e descrizione dei materiali dobbiamo allegare

Continua a leggere

Che tipo di resina si usa per i pavimenti?

Come possiamo leggere in questo articolo la resina è ampliamente sfruttata nel settore dell’edilizia. A partire dagli anni Novanta poi questo materiale è stato usato anche per la creazione di pavimenti. È bene dire che ogni pavimento necessita di un tipo diverso di resina, che può essere acrilica, poliuretanica, epossidica, metacrilata e in poliuretano cemento. In base al tipo di resina prescelte avremo quindi dei pavimenti impregnanti, filmogeni, multistrato, autolivellanti e massetti. In tutti i casi, prima di calare la resina sulla superficie, dovremo piazzare il massetto di sottofondo per rendere il pavimento liscio e portarlo a un livello costante.

La resina autolivellante epossidica è tra le più sfruttate in edilizia. La sua caratteristica principale è quella appunto di regolarsi autonomamente nel coprire le superfici (che per forza di cose devono essere ben livellate, prive di buchi o deformità, se

Continua a leggere

Dopo quanto tempo si chiude il buco al naso in un piercing?

Prima di entrare nel vivo della risposta e vedere in quanto tempo si rimargina il buco al naso è bene fare una distinzione. Per piercing al naso possiamo intendere ben 3 piercing diversi:

      Il Nostril, ovvero quello che si effettua su una narice;

      Il Bridge Piercing, cioè quello che si fa alla radice del naso, tra le due sopracciglia;

      Il Septum Piercing, ossia quello che si fa bucando il setto nasale.

Detto questo, ognuno prevede dei tempi diversi prima che il buco si chiuda del tutto. Nel caso del Nostril questi possono essere anche abbastanza brevi. Talvolta ci possono volere anche solo 24 ore affinché la ferita si rimargini, impedendoci di mettere di nuovo l’orecchino (o almeno è possibile incontrare non poche difficoltà!). Tuttavia perché la ferita si rimargini del tutto possono volerci dalle  4 alle 16

Continua a leggere

Svantaggi di avere un parquet

Un pavimento in parquet è in grado, da solo, di migliorare e impreziosire un ambiente con un tocco di design. Proprio per le sue caratteristiche estetiche, ma anche isolanti, sempre più famiglie decidono di averlo in casa. Le sue proprietà positive sono note a tutti, ma quali sono gli svantaggi legati a una pavimentazione simile? Vediamolo insieme di seguito, oppure qui nella guida ufficiale.

Il primo grande contro che troviamo è il tempo. Per fare bene un pavimento in parquet ci vogliono dai 20 ai 30 giorni di posa, tempo in cui non possiamo camminarci sopra né poggiarci pesi o mobili. Di solito si fa un simile impianto quando il resto della casa è finito (dopo aver tinteggiato i muri, rifatto gli impianti elettrici, eccetera) ma prima di poterla arredare. Questo perché, in caso contrario, l’umidità potrebbe danneggiare

Continua a leggere

Piastre per capelli rovinati e ferri arricciacapelli

Determinati stili di vita, che possono involvere un’alimentazione poco corretta, trattamenti come permanenti, colorazioni frequenti, utilizzo di shampoo aggressivi ed altri prodotti di cosmesi, così come l’esposizione frequente alle alte temperature, o una sbagliata cura possono portare i nostri capelli a rovinarsi. In questo caso, è innanzitutto importante fare riferimento al proprio parrucchiere o specialista di fiducia per scegliere il trattamento adatto per arginare e riparare i danni, o se invece la situazione non è migliorabile, e rischia inoltre di indebolire il resto dei capelli, nel qual caso l’unica soluzione è rappresentata dal taglio della parte maggiormente rovinata.

Quando si possiedono capelli che tendono a rovinarsi, magari perché sono particolarmente fragili e fini di natura, o perché è necessario sottoporli a trattamenti, tinte o magari anche solo raccoglierli in acconciature molto strette che non lasciano respirare i capelli ogni giorno,

Continua a leggere

Impianti solari termici

Gli impianti solari termici possono essere usati tutto l’anno perché hanno una duplice funzione: da un lato riscaldano l’ambiente domestico, dall’altro sono in grado di produrre acqua calda sanitaria per tutta la casa. Questi sistemi risultano importanti soprattutto in termini di risparmio economico. Data la duplice funzione si parla di impianto solare termico combinato. Questi impianti sono caratterizzati da un collettore che cattura il calore che viene a sua volta prodotto dall’assorbimento delle radiazioni solari. Due i circuiti che lo contraddistinguono: uno per il riscaldamento, l’altro per la produzione di acqua calda sanitaria.

I due circuiti sono caratterizzati da una diversa temperatura. Durante la stagione invernale questi impianti funzionano unitamente ai sistemi di riscaldamento presenti nell’edificio: fungono da supporto e assicurano agli inquilini una temperatura giusta ed un ambiente confortevole. E se l’acqua calda sanitaria non serve,

Continua a leggere

Camini: a fuoco aperto o chiuso?

Camini a fuoco aperto o a fuoco chiuso? E’ uno degli interrogativi più gettonati in vista della stagione invernale. Ormai di proposte innovative sul fronte del riscaldamento, soprattutto negli ultimi anni, ve ne sono davvero in quantità ma il camino classico a fuoco aperto continua ad essere molto richiesto. Gli amanti della tradizione non ne possono fare a meno: la visione della fiamma ha tutto un altro effetto tra le quattro mura. Lo stile del camino a fuoco aperto continua a convincere soprattutto in virtù della sua duplice funzione: riscaldamento e cottura dei cibi. Ma non manca qualche neo.

I caminetti a focolare aperto non sono caratterizzati, infatti, da prestazioni elevate in termini di resa termica: il calore infatti fuoriesce dalla canna fumaria e non si disperde in modo omogeneo nell’ambiente circostante. Di caminetti a fuoco aperto ve ne

Continua a leggere

Antitarlo: meglio crema o spray?

I tarli e le tarme sono il vostro peggior incubo? I vostri mobili in legno sono stati presi d’assalto da questi famigerati insetti e i fori ne sono una chiara dimostrazione? Non vi resta che intervenire subito per far fronte a questa “invasione”. Oltre alle soluzioni fai da te, che sono sicuramente più economiche, sul mercato esistono anche tanti prodotti più efficaci. In vendita sia articoli antitarlo in crema che in pasta. Ora resta a noi stabilire quale abbia un risultato migliore dell’altro. I tarli possono diventare un problema serio se non ci mettiamo subito all’opera per fronteggiarli. Di brand in commercio ne possiamo trovare tanti: gli articoli possono avere una consistenza diversa. Vi sono liquidi in spray o anche più densi perché in crema o pasta da applicare con l’ausilio di un pennello e di una siringa. Questi

Continua a leggere

Frasi e aforismi sull’acqua

Sii come l’acqua, cerca di adattarti ad ogni situazione. Se il tuo avversario si apre, chiuditi. Se lui si chiude, apriti”. A dirlo è stato Bruce Lee per spiegare che in questo mondo di strade facili proprio non ce ne sono. Ed allora è il caso di comportarsi come l’acqua e di essere pronti ad affrontare anche strade più tortuose. L’acqua è fonte di vita ed è questo il motivo per cui dal 1992 si celebra ogni 22 marzo la Giornata mondiale dell’acqua.

Indetta dall’Onu, questa speciale giornata serve a ricordare l’importanza e lo sfruttamento delle risorse idriche del pianeta. Gli ultimi dati sono davvero sconfortanti: la domanda di acqua corrente è in aumento tanto che tra qualche decennio ci potremmo trovare ad aver necessità di più acqua in un mondo che purtroppo ne avrà a disposizione sempre

Continua a leggere