Le migliori ricariche di mangiapannolini, brand a confronto

Lo smaltimento dei pannolini sporchi consumati dai neonati è una cosa seria. Ne sanno qualcosa i neogenitori alle prese con quintali di pannolini usati che ammorbano la casa di germi e cattivi odori. Meno male che ora c’è il mangiapannolini, ma al momento della scelta le famiglie si trovano a un bivio, se scegliere un modello con o senza ricarica. Partendo sempre dal presupposto che si consiglia l’acquisto di un mangiapannolini con ricarica per ovvi motivi di igiene e potere sigillante dei rifiuti maleodoranti, il problema che viene dopo è capire dove e come procurarsi le ricariche che (c’è da giurarci!) serviranno molto presto a giudicare dal ritmo con cui vengono utilizzati i pannolini dal nuovo arrivato. Urge, quindi, partire alla volta delle migliori ricariche per mangiapannolini sul mercato. Quali sono e quali conviene acquistare?

Fra i prodotti raccomandati non possono mancare le ricariche di uno dei produttori di ‘maialini’ più top da sempre, Tommee Tippee, che ha lanciato sul mercato delle ricariche in grado di smaltire i pannolini usati in modo comodo, semplice, inodore e, soprattutto, antibatterico. Di questi tempi la sicurezza non è un optional e Tommee Tippee ha saputo interpretare la domanda dei consumatori offrendo garanzia di qualità e di smaltimento ‘pulito’. Come poteva mancare all’appello Foppapedretti? Lo storico marchio non poteva lasciare a digiuno di ricariche il suo ‘maialino’. Le sue ricariche, disponibili in kit da 1 a 12 pezzi, costituiscono un’efficace barriera all’orda batterica che si portano dietro montagne di pannolini sporchi.

Grazie alla qualità delle sue ricariche, l’odore e i germi vengono sapientemente intrappolati in sacchetti concepiti come infallibili riserve ‘killer’ che una volta chiusi non lasciano trapelare né la puzza né lasciano aperti varchi per le invasioni batteriche. Per ricariche più economiche, si possono provare le Lilnap anti-odore, un buon prodotto multistrato, compatibile con i ‘maialini’ dei migliori brand. Oltre ad essere anti-odore, queste ricariche constano di pellicole fatte di polietilene trattato proprio per non far trapelare olezzi nauseabondi e per riuscire nell’intento si sono dotate di aromi profumanti, anche se a volte non bastano a contenere la puzza. Per il prezzo accessibile si fanno, comunque, perdonare.