Simboli Buddisti: quali sono e cosa significano

Quelli legati a una delle filosofie più antiche del mondo sono simboli carici di significati – spesso per noi sconosciuti. Non da molto l’interesse verso culture diverse e orientali ci ha dato modo di approfondire le nostre conoscenze in merito, ma spesso tendiamo ancora a fare confusione tra ciò che ci appare e ciò che realmente sta a significare un simbolo del genere. In questa breve guida scopriremo il senso nascosto dei 4 principali simboli Buddisti: la ruota a otto raggi, l’albero Bodhi, gli occhi e le orme del Buddha. Se vogliamo approfondire il discorso si consiglia la lettura della lista in versione integrale dei simboli Buddisti.

      La ruota a otto raggi, in sanscrito detta “Dharmachakra”, è forse l’immagine più nota tra quelle che andremo ad analizzare. Questa sta a rappresentare la ruota del tempo, ovvero il ciclo vitale e il suo muoversi nell’infinito. Talvolta si dice che sia proprio il Buddha a manovrarla, per inaugurare un nuovo ciclo di insegnamenti o alterare le sorti del nostro destino. I segmenti al centro della ruota rappresentano il Buddha, il Dharma (ovvero gli insegnamenti) e il Sangha (ossia la comunità spirituale). Ma sono i raggi, 8 per l’appunto, a essere carichi di significato. Questi sarebbero 8 nobili vie da seguire per raggiungere il Nirvana ed essere in pace con se stessi. Se vogliamo rompere il ciclo di sofferenze che è la vita allora avremo bisogno di agire secondo quanto ci suggerisce il Buddha: arriveremo a un’unica meta seguendo 8 possibili sentieri. Questi sono: la Retta Comprensione, la Retta Motivazione, la Retta Parola, la Retta Azione, la Retta Vita, il Retto Sforzo, la Retta Consapevolezza e la Retta Concentrazione;

      L’albero Bodhi è quello sotto il quale il Buddha ha ricevuto l’illuminazione. Dopo aver tanto cercato una risposta finalmente riesce a trovarla mentre si riposa sotto questa pianta. Per tali ragioni l’albero Bodhi è sacro ai Buddisti, e per noi assume il significato di devozione a una causa;

      Gli occhi e le orme del Buddha indicano rispettivamente la mente onnisciente e la presenza dell’asceta. Sono segno di protezione, saggezza e buon auspicio – e spesso si trovano anche su edifici e costruzioni.