Svantaggi di avere un parquet

Un pavimento in parquet è in grado, da solo, di migliorare e impreziosire un ambiente con un tocco di design. Proprio per le sue caratteristiche estetiche, ma anche isolanti, sempre più famiglie decidono di averlo in casa. Le sue proprietà positive sono note a tutti, ma quali sono gli svantaggi legati a una pavimentazione simile? Vediamolo insieme di seguito, oppure qui nella guida ufficiale.

Il primo grande contro che troviamo è il tempo. Per fare bene un pavimento in parquet ci vogliono dai 20 ai 30 giorni di posa, tempo in cui non possiamo camminarci sopra né poggiarci pesi o mobili. Di solito si fa un simile impianto quando il resto della casa è finito (dopo aver tinteggiato i muri, rifatto gli impianti elettrici, eccetera) ma prima di poterla arredare. Questo perché, in caso contrario, l’umidità potrebbe danneggiare irreparabilmente il parquet.

Proprio la delicatezza dello stesso è un ulteriore svantaggio. Dovremo infatti avere delle costanti attenzioni verso il pavimento, al fine di mantenerlo al meglio nel tempo. Per esempio sarà meglio usare tappeti dove siamo soliti camminare più spesso, o da poggiare sotto a dei mobili pesanti il cui spostamento potrebbe rigare la superficie del legno. Sarebbe meglio anche evitare di camminare con dei tacchi eccessivamente sottili e appuntiti, per le stesse motivazioni. Sarà necessario quindi fare attenzione perennemente, e avere delle accortezze che invece con un normale pavimento di ceramica sono superflue. Persino la pulizia va fatta seguendo le giuste modalità. Usiamo quindi prodotti specifici per il parquet, evitando quelli più aggressivi, e dei panni morbidi. Possiamo anche lucidare il legno, ma senza esagerare se non vogliamo che lo stesso venga lesionato. Ricordiamoci di pulire la superficie assiduamente e con cura, se non vogliamo che si riempia di funghi o muffe.

Per ultimo c’è lo svantaggio legato al prezzo di installazione. Questo varia a seconda del pregio del legno usato, ma un pavimento in parquet ha costi maggiori rispetto a uno in ceramica (è secondo solo al marmo). Tuttavia possiamo scegliere di usare un legno più scadente per gli strati inferiori, e coprire solo quello esterno con uno pregiato.